Alexander_II_of_Alaska.jpg

Alexnder II dell'Alaska (10 aprile 1912 - 12 agosto 1964).

Aleksandr Aleksandreyevitch Dmitrov (Russ: Александр Александреиевич Дмайтров) (4/10/1912-8/12/1964), meglio noto come Alessandro II dell'Alaska

è stato il sesto zar dell'Alaska, regnò dal 28 Ottobre 1960 fino al suo assassinio 12 agosto, 1964. Il suo regno è noto per una serie di regimi sociali grandiosi e ambiziosi lui stesso architettato di un distinto movimento  per riaffermare lo zar riaffermare il suo potere nel governo, che fu una tendenza evitat di suo padre e predecessore, Alessandro I. Alessandro II ha agito con la sua popolarità - l'elite lo detestava per le sue riforme profondei, e le classi popolari sentendolo in contatto con le loro esigenze più urgenti. Fu assassinato dai marxisti mentre parlava ad operai dei cantieri navali colpito a Kodiak il 12 agosto, 1964.

Non è certo un caso se lo zar Alexander II dell'Alaska è stato abolito il 12 agosto.

Appunti

- 1962-1965: <<Concilio Vaticano II. Il Concilio ecumenico Vaticano II è stato il ventunesimo e ultimo concilio ecumenico, ovvero una riunione di tutti i vescovi del mondo per discutere di argomenti riguardanti la vita della Chiesa cattolica. Si svolse in nove sessioni e in quattro periodi, dal 1962 al 1965, sotto i pontificati di Giovanni XXIII e Paolo VI. Promulgò quattro Costituzioni, tre Dichiarazioni e nove Decreti.>> http://it.wikipedia.org/wiki/Concilio_Vaticano_II

- Il grande terremoto in Alaska del 1964 http://www.aeic.alaska.edu/quakes/Alaska_1964_earthquake.html

- La presa dell'Alaska, l'indebolimento delle economie ai residenti tramite il rafforzamento di postazioni del " "Secondo Impero Francese" ovunque al mondo camuffato in mostrine "Anglo-USA" (...), dal 1852  http://it.wikipedia.org/wiki/Secondo_Impero_francese

Su iniziativa del segretario di Stato americano William Seward, il Senato degli Stati Uniti approvò l'acquisto dell'Alaska dalla Russia per 7,2 milioni dollari il 1 ° agosto 1867. Nel 1799, Shelikhov il figlio naturale di Nikolaj Petrovic Rezanov, aveva acquisito il monopolio americano in commercio delle pellicce dallo Zar Paolo I formando la Russian-American Company. Come parte della transazione con lo zar la società avrebbe stabilito nuovi insediamenti in Alaska relizzando un programma esteso di colonizzazione.

Nel 1804, Alexandr Baranov, direttore della "Russian-American Company", aveva tenuto la società consolidando il commercio di pellicce americano dopo la sua vittoria contro i clan Tlingit locali nella battaglia di Sitka. Nonostante questi sforzi, i russi  non colonizzarono completamente l'Alaska. Il monopolio russo sul commercio fu indebolito dalla Compagnia della Baia di Hudson, che aveva istituito un postazione sul bordo meridionale della Russia in America nel 1833.

La "Russian-American Company" soffrì nel 1821 a causa di modifiche apportate alla direzione del suo statuto di Marina Imperiale Russa per divieti in partecipazione economiche dell'Alaska. Ben presto entrato in vigore nella convenzione anglo-russo del 1825 che permise ai mercanti inglesi il commercio in Alaska. La Convenzione ha inoltre stabilito la maggior parte del confine tra Alaska e il British North America.

Il trattato russo-americano del 1824 ha vietato i commerci americani sopra il 54 ° 40 ' di latitudine nord ed ampiamente interdetto ai russi' ulteriormente economicamente indeboliti su Alaska. La popolazione dei ussi in America di 700 unità. (History of Alaska http://en.wikipedia.org/wiki/History_of_Alaska ).

(...).