riuso remunerato

Non è un "premio" il riuso (*) ma è un lavoro pagato a chi lo svolge. Anche la "differenziata" è un'attività lavorativa che va ricompensata a chi l'effettua.

In foto: "Reverse Vending" (vendita inversa). con una macchina per ricevimento materiali di riuso che paga al pezzo consegnato.

Il Servizio della nettezza urbana è incondizionato (non può imporre condizioni).

Vale a dire che i netturbini comunali per contratto lavorativo sono obbligati a rimuovere qualsiasi materiale scartato e di qualsiasi peso e dimensione trovato in ogni pubblico spazio e piazzola adibita alla differenziata.

Infatti, il Servizio di rimozione dei materiali scartati stoccati o non, di qualsiasi peso e dimensione dalle vie, piazze e piazzole comunali e, tutte le procedure sul ciclo completo dei rifiuti è sempre già pagato in anticipo (a monte) da ogni residente nazionale alla Banca di stato (1).

Invece, giovedì sera 26 ottobre 2017 nella Biblioteca comunale a Morazzone (VA), parti della società netturbina COINGER rappresentate da Fabrizio Taricco (amministratore unico) tentavano di far passare per vero, il contenuto di un foglietto intitolato "Adesso si cambia - COINGER misura i tuoi rifiuti" ("secco e umido") privo però, di riferimenti normativi con l'evidente scopo di sfruttare la popolazione mangiatrice anche a Morazzone.

Il governo e la milizia netturbina punitiva contemplati nell'utopia di Taricco sono tentati alle spese generali degli italiani/e

Taricco, da sue dichiarazioni e tramite la diffusione di ciclostilati con i suoi pensierini vorrebbe tentare di asservire ogni residente locale facendolo lavorare gratuitamente sulla "differenziata" e per di più, tassandolo, microcippandolo e tracciandolo per quel che produce in scarti alimentari esistendo, (...).

Taricco sta già sognando tanto denaro proveniente da persone di religione vegetariana, gran mangiatrici di cocomeri che, per tale ragione fanno pacchetti pesanti e voluminosi di residui, oltre a produrre gratuitamente, svariati dati e utili.

Lo stesso signore per quelle sue fantasiose fattorie a domicilio della "differenziata" avrebbe già fatto fare, alle spese generali degli italiani e alla loro insaputa, oltre ai ciclostilati cartacei propagandistici, barattoli di ogni forma e dimensione e in materiali sintetici che non si disperdono nell'ambiente, anche le etichette RFID, e si presuppone le stazioni al radar per poter "tracciare i movimenti e le abitudini ai residenti nazionali", trasmutati in ragazzetti dell'oratorio parrocchiale differenziatori volontari nei suoi sogni.

L'utopia di Taricco vorrebbe far cambiare le abitudini agli italiani/e, spingendo per far modificare oppure sancire soprattutto quelle alimentari con la sua agenda personale fatta sembrare un governo di gendarmeria netturbina parallelo a quello reale nazionale. Confondendo il termine pulizia con polizia. Quello di Taricco è un sogno impossibile da realizzare poiché dello tutto incostituzionale. Toglierebbe la Sovranità personale agli italiani/e violando i principi della Legge repubblicana all'Articolo Uno, Secondo comma, ed altre norme, (...).

Taricco, invece adesso, per ogni "tessera elettronica COINGER" rilasciata e per ogni set di imballaggi griffati distribuiti sarà obbligato a far corrispondere un numero equivalente di contratti lavorativi già stipulati tra il Comune e le persone impegnatesi ad effettuare a casa propria l'attività della differenziata. Chi invece tra i residenti locali, non vorrà fare quell'attività potrà farsi pagare i materiali scartati presso ogni piazzola comunale della differenziata. È evidente e lo si ribadisce che, in ogni caso i netturbini, senza alcuna condizione (perché il servizio lo si è ha già acquistato) rimuoveranno tutti i giorni ogni involucro e cosa rilasciata dagli abitanti sulla via.

Nel frattempo il Comune ha già le risorse per far basare in diversi punti del paese le macchine che restituiscono i denari alla consegna di materiale per il riuso in accettazione giacché, i residenti nazionali hanno acquistato anche quelle per fare in modo che siano in Servizio e ricavare qualche denaro in favore della propria economie domestica (che non può essere tassata), collateralmente contribuendo a preservare l’ambiente con grande efficacia.

Adesso sì che si cambia.

Ricerche produzione e materiale distribuito alla cura di CSM "Comitato Spontaneo Morazzone"

Segue copia di lettera inviata dal Comitato Spontaneo Morazzone all'Ufficio protocollo comunale, domenica 29 ottobre 2017, per posta elettronica e, lunedì 30 ottobre via Fax.

Da: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Inviato: domenica 29 ottobre 2017 22:13
A: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.' <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
Oggetto: Comunicato su Servizio comunale di nettezza urbana. Richiesta differenziata remunerata, pubblicazione di materiale informativo

29 ottobre 2017, Morazzone.

Da: Lorella Binaghi

CSM Comitato Spontaneo Morazzone.

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel/Fax n. 0332 870008

Tre pagine.

A: Ufficio Segreteria - Protocollo - Depositi - U.R.P.

Telefono: 0332.872620 0332.872630

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

via Mameli, 16. Morazzone (VA), 21040.

Oggetto: relazione su Servizio comunale di nettezza urbana. Richiesta differenziata remunerata, pubblicazione di materiale informativo.

Spettabile Amministrazione,

con la presente lettera, io dichiaro che da adesso in poi non eseguirò più gratuitamente alcuna "differenziata". Assicurandomi che questo Comune rimuova ogni cosa scartata dal suolo pubblico senza condizioni e che garantisca a chiunque il libero accesso anche presso ogni qualsiasi pubblica piazzola per la differenziata.

A questa Amministrazione è richiesto di specificare ad ogni residente locale che il Servizio in rimozione dei rifiuti urbani è incondizionato e, che il lavoro per la differenziata va remunerato a chi lo assolve. Poiché anche il servizio di rimozione ai materiali scartati stoccati o non, dalle vie, piazze e piazzole comunali e tutte le procedure sul ciclo completo dei rifiuti è sempre pagato in anticipo da me e da ogni residente nazionale alla Banca di stato (1).

Non sussistono i contenuti in testi (2) privi di riferimenti legislativi, come quelli diffusi e presentati a titolo personale da Matteo Bianchi, Fabrizio Taricco, Giorgio Ginelli, Paride Magnoni, per la prima volta giovedì sera 26 ottobre 2017 presso la Biblioteca comunale a Morazzone.

Poiché il Servizio di nettezza urbana è incondizionato. Non potranno essere considerati leciti i blocchi sugli accessi alle piazzole pubbliche per i depositi dei materiali scartati che, per adesso sono effettuabili soltanto con tessera elettronica contrassegnata COINGER. Né, sarà considerata lecita o riservabile alcuna tracciabilità, archiviazione e indicizzazione in dati sui comportamenti o spostamenti dei residenti nazionali per poter godere di tale od altro servizio pubblico. E, poiché i materiali rifiutati portati alla piazzola o sugli spazi e le vie pubbliche non sono pagati in peso o volume a chi li cede.

È, inoltre necessario fare effettuare liberamente la prestazione presso le piazzole adibite aalla differenziata anche al viaggiatore o turista per evitare gli abbandoni di oggetti lungo i bordi di strade, foreste o bacini fluviali.

Le persone che vorranno fare la raccolta differenziata saranno remunerate. Ogni set di contenitori consegnato al residente locale per i fini della differenziata corrisponderà ad un contratto di lavoro verso chi si predisporrà ad effettuarla ed allocare a casa propria imballaggi e materiali selezionati. Il numero di tessere elettroniche e i contenitori adesso contrassegnati COINGER, in pratica corrisponderà a quello in contratti di lavoro stipulati tra il Comune e la persona interessata a svolgere quell’attività.

E’ richiesto che il presente contenuto  sia pubblicato anche presso un social web ufficiale dalla home comunale.

 

Cordialmente.

Lorella Binaghi

Nota

1 – La “TARI” può essere versata soltanto a titolo facoltativo, in beneficienza, infatti, la TARI è una richiesta abusiva in riscossione di denari sugli scarti prodotti, giacché il residente nazionale ha già pagato anche il servizio di nettezza urbana per far rimuovere qualsiasi materiale rilasciato e di qualsiasi dimensione. Ed è fuori discussione che una persona abbia già dalla nascita l'assoluto diritto ad occupare ed usare il suolo pubblico.

2 -

 coinger misura ituoi rifiuti 21102017

Busta distribuita a mano in paese a Morazzone (VA), il giorno 24 e 25 ottobre 2017. Cliccare sull'immagine e leggere il foglio in essa contenuto.

 coinger misura ituoi rifiuti 21102017

Approfondimenti

* - "Reverse Vending" (vendita inversa).

Reverse VendingPolitica per riusare materiali -  RICICLO: il termine riciclo pur essendo sinonimo di "riutilizzo" è invece usato per indicare operazioni che distruggono un materiale e lo ricostituiscono nuovamente.

http://www.cieliparalleli.com/Politica/politica-per-riusare-materiali.html

 

Add comment


Security code
Refresh

CURRENT MOON

ida-magli-copia-1

Non è una nazione l'Europa

Non è vero alcun parlamento europeo perché inesistente una “unione europea”

http://www.cieliparalleli.com/Politica/non-sono-veri-i-qparlamentari-europeiq-di-ida-magli.html

Wolfgang Gerhard Günter Ebel

Reichskanzler

Wolfgang Gerhard Günter Ebel

( http://www.der-reichskanzler.de/ ).

Deutschland Regierung

http://www.regierung.re/general/index.html

"GERMANY: 58 YEARS OF U.S. OCCUPATION". By Christopher Bollyn

http://www.cieliparalleli.com/documenti033/Germany_58_US_occupation_by_Christopher
_Bollyn_9_may_2003.pdf

Germania non ha ancora un Trattato di pace / In Deutschland gibt es keinen Friedensvertrag

http://www.cieliparalleli.com/Appunti-di-Cronaca/germania-non-ha-ancora-un-trattato-di-pacein-deutschland-gibt-es-keinen-friedensvertrag.html

logo