Storia

7599015822 587c814847 zStatua di Nettuno a Berlino. Germania ancora senza trattato di pace (*). Intervista con Wolfgang Gerhard Günter Ebel -- Germania dal 1945 è ancora occupata militarmente dalla SHAEF ed è commissariata dall'ONU (società militare privata del Vaticano) per tale ragione possiede ancora un governo provvisorio (**). Wolfgang Gerhard Günter Ebel è stato obbligato dall'ONU a ricoprire carica di Commissario del Governo provvisorio di Germania. Egli ci spiega perché anche adesso Germania non può aderire ad alcun intento unitario politico tra stati nazionali in Europa e per tale ragione non può esistere giuridicamente alcuna "unione" europea.

1207175136 fAggiornamenti, 13 agosto 2016 (2).

Un rapporto del MI6 britannico riferisce nel 1982 che la giunta argentina, non si sa come fosse entrata in possesso di 6 missili Exocet. Nonostante abbiano perso la guerra alle Islas Malvinas i britannici si ostinano ancora a chiamare "Falkland" quelle isole argentine.

"I missili Exocet finirono all'Argentina nonostante le enormi peripezie affrontate dai finanzieri vaticani tra i più noti, Licio Gelli e Michele Sindona, per impedire al governo argentino l'acquisto di quegli ordigni. Il governo argentino tramite gli Exocet colpi i britannici cacciatorpediniere HMS Sheffield, HMS Glamorgan, la portacontainer SS Atlantic Conveyor, per un totale di 55 morti e più di 100 feriti. L’operazione “pesce volante” aveva permesso d'incanalare tramite la società vaticana oltre 600 milioni di dollari, di cui 11 milioni scivolarono nella cassa “B” dello Stato vaticano. Tali fondi risulta che sarebbero serviti per l'acquisto di missili Exocet da parte del Vaticano ma siccome l'affare sfumò clamorosamente, i fondi furono, successivamente impiegati per il finanziamento di Solidarność e Lech Wałęsa, in Polonia".

v2 u9 garibaldiRitratto di Giuseppe Garibaldi del 1850 (Roma, Museo centrale del Risorgimento).

I bombardamenti e il saccheggio del Vaticano su Italia ed Europa (1939-2014)

<<Il primo bombardamento di Roma avvenne il 19 luglio del 1943, durante la seconda guerra mondiale, ad opera di bombardieri statunitensi. San Lorenzo fu il quartiere più colpito dal primo bombardamento degli "Alleati" mai effettuato su Roma, insieme al Tiburtino, al Prenestino, al Casilino, al Labicano, al Tuscolano e al Nomentano. Le 4.000 bombe (circa 1.060 tonnellate) sganciate sulla città provocarono circa 3.000 morti e 11.000 feriti, di cui 1.500 morti e 4.000 feriti nel solo quartiere di San Lorenzo. Roma fu bombardata dagli "Alleati" altre 51 volte sino al 4 giugno del 1944, giorno della sua "liberazione">>.