sjff_03_img1018.jpg

Michael Caine, Sean Connery protagonisti in The Man who would be King di John Houston e Gladys Hill, film del 1975 basato sulla cronaca di Rudyard Kipling.

PS: Michael Caine vestito da hippy è davvero una visione esilarante.

Foto d'intestazione su http://watchundergroundcinema.blogspot.com/2010/09/window_5058.html

Sean Connery e Michael Caine in The Man Who Would Be King.
http://www.listal.com/list/gamblers-grifters
Sean Connery e Michael Caine in "The Man Who Would Be King" film del 1975 diretto dal regista John Huston, basato sul romanzo "L'uomo che volle farsi re" di Rudyard Kipling del 1888. Altri interpreti, Christopher Plummer: Rudyard Kipling, Saeed Jaffrey: Billy Fish.

Michael Caine, Christopher Plummer, Sean Connery,The Man Who Would Be King.

7 settembre 2010 - Capire qual è l'origine della massoneria (conoscenza) è semplice per chiunque, ed è sufficiente leggere un romanzo dell'indo britannico Rudyar Kipling "L'uomo che volle farsi re". Di Kipling nessuno vuole enfatizzare la madre indiana ma del padre è risaputo che fosse massone (imitazione moderna) alto graduato di rito scozzese! (...).

Clip - Simbolismo tratto dall'Indostan


http://www.youtube.com/watch?v=kejGZqxOpj4
CLIP: spezzone del film "L'uomo che volle farsi re" (The Man Who Would Be King), diretto dal regista John Huston del 1975.

Clip - L Homme Quı Voulut Etre Roı Film Complet En Français


John Huston (1906 – 1987).
http://www.nndb.com/
John Huston (1906 – 1987).

 

sean_connery_the_man_who_would_be_king_1.jpg

http://gallery.celebritypro.com/celebrity-photo-25013.htm

Il regista John Huston e tutti gli attori facevano parte di logge alquanto moderne assai ritoccate "massoniche" e non volevano accettare ruoli in quel film ma astronomiche somme di denaro convinsero Sean Connery e Michael Caine ad interpretare magistralmente le parti come protagonisti del romanzo. Ma di Kipling il mondo ricorda soltanto le sue fiabe con animali ignorando gli altri racconti e le sue archiviazioni sulle origini dei segni umani.

Rudyard Kipling (1865 - 1936).
http://www.zeitcom.com/
Rudyard Kipling (1865 - 1936).


N.d.E.: in realtà, sotto la panca in pietra dei sacerdoti altaici ritratti nel film "L'uomo che volle farsi re" ci sarà stato il disegno del "fiore della vita" o misura aurea del moto perpetuo con la sua manifestazione (Laya) e non manifestazione (Pralaya), simbolo universale conosciuto da tutti gli iniziati d'ogni scuola di saggezza sul pianeta fin dall'antichità.
Mentre il compasso è d'epoca tarda e servì per semplificare le cose ai neofiti della conoscenza plagiata.


Il fiore e seme della vita in un disegno di Leonardo da Vinci.
www.tokenrock.com/explain-Flower-of-Life-46.html
Il fiore e seme della vita in un disegno di Leonardo da Vinci.

"I seguaci di Pitagora ritenevano ogni oggetto, pianeta, uomo, idea, e l'essenza inerente a qualche numero o altro, in un modo che alla maggior parte dei moderni deve sembrare curioso e mistica al massimo grado la loro teoria. 'I numeri di Pitagora', dice Porfirio, che visse circa 300 dC, 'sono stati i simboli geroglifici, per mezzo dei quali, ha spiegato tutte le idee sulla natura delle cose', e lo stesso metodo numerico di spiegare i segreti della natura è ancora una volta insistito nella nuova rivelazione in "La Dottrina Segreta", da HP Blavatsky. 'I numeri sono la chiave per il punto di vista della cosmogonia antica - in senso lato, spiritualmente e fisicamente presa in esame, l'evoluzione della razza umana presente; tutti i sistemi religiosi mistici si basano su numeri. La sacralità dei numeri (vedi anche: geometria sacra) inizia con la prima grande causa, l'Unica, e finisce solo con il nulla o pari a zero - simbolo dell'universo infinito e senza confini".
[Il potere occulto dei numeri, W. Wynn Westcott, p. 15.]


Dinamica dell'onda al moto perpetuo della creazione.
http://kylepounds.org/science/
Dinamica dell'onda al moto perpetuo della creazione.


Che Bacco benedica sempre Rudyar Kipling, John Huston e il suo personale!


(...).

Lorella Binaghi

Add comment


Security code
Refresh