Antenne, pecunia non olet. Di Ferdinando Mattei



Antenne, pecunia non olet. Di Ferdinando Mattei


27 Agosto 2008
Inserito da Lorella Binaghi, portavoce dei
varcomitatispontanei@yahoo.it



Grande impianto SRB presente nel Parco del Campo dei Fiori
    a Varese.
http://flickr.com/photos/9675129@N02/2217305954/8
Grande impianto SRB "Stazione Radio Base", presente nel Parco del Campo dei Fiori a Varese.



Antenne, pecunia non olet. Di Ferdinando Mattei.
Spedisci E-Mail

Tratto da http://www3.varesenews.it/comunita/lettere_al_direttore/articolo.php?id_articolo=11280


Spettabile redazione,

da sempre attento a certi argomenti vorrei intervenire con alcune considerazioni sull'argomento delle radiazioni elettromagnetiche.

Faranno male? Non fanno niente? Poco importa perchŔ in realtÓ quello che conta sono i soldi che muovono, ne abbiamo sconcertanti evidenze.

I genitori si preoccupano giustamente delle antenne gsm vicino alle scuole per˛ dotano i ragazzini di cellulare non sapendo che le giovani e delicate cervici sono irradiate in maniera ben pi¨ importante, data la vicinanza alla testa, dal cellulare del figlio che non dall'antenna posta a 50 metri.

Oppure non sanno che in tutta Europa si cerca di smantellare le reti wireless (quelle che distribuiscono via etere i dati ai computer) nelle scuole, ovviamente da noi neppure se ne parla.

Alzo gli occhi e vedo una selva di antenne sull'albergo del Campo dei Fiori, installate in un parco naturale dove neppure si pu˛ toccare un fiore. Qualcuno ha mai fatto rilievi SERI E CERTIFICATI del livello elettromagnetico nelle zone circostanti, Sacro Monte compreso, a tutela delle tantissime persone che le frequentano?

Faccio una passeggiata per il viale delle cappelle e vedo un altro obbrobrio paesaggistico installato in una proprietÓ privata contigua. Chiedo e mi viene detto che Ŕ la solita radio cattolica. Varese come Roma con Radio Vaticana, la vicenda Ŕ nota e senza risoluzione.

Qualche anno addietro ho avuto modo d'interloquire con la struttura di Mestre incaricata dal giudice Casson di eseguire un'indagine epidemiologica sulle persone che vivono in bitazioni poste sotto o nelle vicinanze di elettrodotti, tanti morti ed ammalati sopratutto bambini.

Leucemie e tumori al cervello, il prezzo di un progresso che c'indigna solo quando siamo coinvolti personalmente.

Installare un'antenna di radiodiffusione o di telefonia cellulare in casa propria rende soldi, a volte tanti.

Cosa pu˛ fare l'assessore di turno? Credo nulla, a posto i nostri interessi a posto tutti, del prossimo chissenefrega.

Le problematiche sanitarie, ambientalische e paesaggistiche in questi casi sono la solita ipocrisia, pecunia non olet.

CordialitÓ.

Martedi 26 Agosto 2008
Ferdinando Mattei RdB Vigili del Fuoco Varese



Clicca Rassegna del Var





© 2005 - 2007 Grafica e layout sono d'esclusiva proprietà di cieliparalleli.com