FRANCIA: PROTESTA ANTI-SARKOZY, IL PAESE SCENDE IN PIAZZA



FRANCIA: PROTESTA ANTI-SARKOZY, IL PAESE SCENDE IN PIAZZA


25 Marzo, 2009
Inserito da Lorella Binaghi
Spedisci E-Mail




FRANCIA, figli di lavoratori sfilano nelle vie esibendo tazebao in segno di protesta a politiche criminose di Sarkozy.Sarkosy sei fottuto i nostri genitori sono in strada!.
http://www.agi.it/estero/notizie/200903191317-est-rt11123-art.html
FRANCIA, figli di lavoratori sfilano nelle vie esibendo tazebao in segno di protesta a politiche criminose di Sarkozy.
"Sarkosy sei fottuto i nostri genitori sono in strada!".

Parigi - Le previsioni sono di una mega-protesta superiore nei numeri e nelle adesioni a quella del 29 gennaio che porto' nelle piazze quasi 2 milioni di lavoratori francesi. Il motivo della mobilitazione e' sempre lo stesso: le politiche economiche e sociali del governo Sarkozy. Gia' stamane a Marsiglia, Grenoble e Lione i francesi hanno iniziato a sfilare per chiedere al presidente di proteggere i loro posti di lavoro di fronte a una crisi economica che avanza e, soprattutto, il loro potere di acquisto. Una protesta che, secondo i sondaggi piu' recenti, il 78% dei cittadini d'Oltralpe ritiene "giustificata" con un 62% che non ha perplessità' nel considerare 'cattiva' la politica anti-crisi del governo. Da stamane il 30% dei voli all'aeroporto parigino di Orly sono stati cancellati con un 10% di tratte annullate all'aeroporto di Roissy. In sciopero il 30% circa degli insegnanti francesi con un 30% di assenti nel settore ferroviario. Nel pomeriggio alle 14 partira' la mega-manifestazione di Parigi organizzata da otto sigle sindacali, Cgt, Cfdt, Fo, Cfe-Cfc, Cftc, Solidaires, Fsu e Unsa. Per il segretario della Cgt, Bernard Thilbaut, "il governo dovra' accettare di ridiscutere con i sindacati" la piattaforma comune che parla di impiego, potere di acquisto, investimenti e politiche pubbliche. "Non ci contentiamo di protestare - ha detto Francois Chereque della Cfdt - abbiamo fatto delle proposte concrete che il governo dovra' prendere molto seriamente in considerazione". I sindacati considerano insufficienti le misure definite al summit sociale di febbraio che prevedono un pacchetto di benefit sociali per 2,6 miliardi di euro. La segretaria del Partito socialista Martine Aubry ha chiesto ancora stamane "un vero piano di stimolo" che eviti che il Paese sprofondi nella crisi. A fianco dei manifestanti si e' schierata anche l'ex candidata alla segreteria socialista, Segolene Royal.












Elenco generale d'articoli in "Stanza della Lettura"

Clicca: "Rassegna del Var". Diario di Varese e del varesino.





© 2005 - 2009 Grafica e layout sono d'esclusiva proprietà di cieliparalleli.com