E' nato il Popolo Italiano!



E' nato il Popolo Italiano!


15 Luglio 2008
Inviato da Lorella Binaghi Spedisci E-Mail




Pane. Un cibo per esistere
http://www.foodelicious.it/2006/07/bakery-cafe
Pane. Un cibo per esistere


Finalmente è nato il Popolo Italiano!!
Data della sua nascita: 08 Luglio 2008

All'adorabile Roberto Renzetti, autore del sito web fisicamente.net, con riferimento al suo pezzo "Piazza Navona contro il regime", all'affermazione "Non siamo un partito", io mi permetto di rispondere: siamo solo adesso un unico vero POPOLO ITALIANO!

Drogati da diciotto secoli di cattolicesimo romano, schiavi dalla mente controllata per via d'ipnosi catechistica televisiva, fintanto che, gli uccellini cantavano, le fontane zampillavano, il sole e le stelle sorgevano e tramontavano, la pagnotta era fragrante, noi che eravamo tanti popoli laboriosi che ritornavano ogni sera entro i profumi domestici, entro la propria macchia e ci s'accontentava di sonnecchiare ad onde Alfa cerebrali (1) davanti a riprese di partite di calcio emesse dal "Grande Fratello" e peggio ancora, entro le bestemmie scritte della stampa di regime. Nulla proprio un bel niente sarebbe cambiato. Fino allora un unico spirito italico chi l'avrebbe mai sognato?

Ma ora, dopo il raduno ruspante di Piazza Navona a Roma, è accertato, siamo noi la gente di un UNICO POPOLO ITALIANO!
Io aggiungo, dunque ognuno di noi, è di meno dei doppi giochisti, Travaglio, Grillo, Guzzanti, Di Pietro, Maroni e così di seguito? NO, tutti noi siamo i protagonisti!

Segue un estratto dal sito di Roberto Renzetti, fisicamente.net
Forza Maestro Roberto! Siamo davvero in tanti ad incarnare lo spirito dell'Italia e, niente e nessuno ci potranno fermare!

Una capra del Nord.

Lorella


Segue articolo di Roberto Renzetti

PIAZZA NAVONA CONTRO IL REGIME

Sono in montagna. Sono di passaggio a Roma. Devo andare da un avvocato perché sono stato denunciato per diffamazione aggravata per quanto scrivo qui. Le cose le racconterò quando saprò cose più precise. Dico questo perché non potrò rispondere per qualche giorno. Dal giorno 9, il giorno successivo alla manifestazione, sono partito ed il sito non è da allora aggiornato. Ho usato questi giorni per leggere ed ascoltare le notizie. Giravo per i boschi pensando a quanto leggevo. Una irritazione crescente si impadroniva di me fino a farmi parlare da solo. Ho pensato che dovevo scrivere qualcosa che riguardasse l'insieme delle cose che ho ricavato dalla giornata in Piazza Navona.


NON SIAMO UN PARTITO

Siamo andati in piazza in tantissimi. Eravamo trasbordanti e facevamo fatica a passare. Alcuni desistevano ed andavano ad ascoltare dalle viuzze laterali. Tanta meravigliosa gente, la più disparata per formazione e supposti ideali politici (liberali, democratici, socialisti, estremisti come me, semplici cittadini indignati, laici, cattolici, ebrei e chi volete voi). Una caratteristica in comune la rabbia e l'indignazione per due motivi di fondo: da una parte il regime già esistente fondato sul potere di uno e con un parlamento ormai esautorato dalle sue funzioni in quanto i parlamentari non sono liberi ma asserviti ad un padrone (UN PADRONE); dall'altra una opposizione che non si oppone e si fa burro rispetto alle lame del dittatore. ...

Leggi completamente il testo tratto dal link
http://www.fisicamente.net/






Lo spirito dei popoli
http://unpostregatto.splinder.com/archive/2008-05
Lo spirito dei popoli



PS: con affetto, Lorella Binaghi


Nota

1 - Vedi il testo di Dick Sutphen, "La battaglia per la tua mente"
http://www.cieliparalleli.com/documenti000/labattagliaperlatuamente.html



Clicca Rassegna del Var





© 2005 - 2007 Grafica e layout sono d'esclusiva proprietà di cieliparalleli.com