Moderne storie d'inquisizione e d'alchimia






Visto su: http://itis.volta.alessandria.it

Mercoledì 20 Dicembre 2006


Moderne storie d'inquisizione e d'alchimia



Roberto Germano fisico autore di "Fusione fredda - Moderna storia d'inquisizione e d'alchimia",
seconda edizione - Ed Bibliopolis.

Lo sconcertante caso della "fusione fredda".
Testo della conferenza-dibattito su nuove prospettive della scienza tenuta nell’ambito delle attivita’ dell’Associazione Altanur il 16 Marzo 2000,
presso "Lontano da dove", Caffe’ dei libri, e della musica, e del teatro, via Bellini 3, Napoli


MODERNE STORIE D'INQUISIZIONE E D'ALCHIMIA

Alcuni anni fa, qualche giorno prima di laurearmi in Fisica, andai a sentire un seminario al Dipartimento di Fisica; era il Giugno 1995. Avrebbe parlato un professore proveniente da Milano, Emilio Del Giudice, che io non conoscevo, e che avrebbe parlato su "Varietà vetrose nei liquidi", un argomento che mi incuriosì malgrado non ne sapessi niente o forse proprio per questo... Disse delle cose molto interessanti e fu molto brillante, così dopo lo contattai per chiedergli l’articolo che lui avrebbe scritto sull’argomento. Fu molto gentile, e disse che me l’avrebbe mandato subito. Passarono sei mesi e non mi mandò niente. Lo richiamai e gli dissi che io ero molto interessato... forse s’era distratto... Non s’era distratto, me l’avrebbe mandato al più presto. Dopo un po’ che non avevo avuto ancora niente lo richiamai e lui disse: Scusa ma non ho avuto più tempo, perché ho lavorato a rendere riproducibile la fusione fredda.... Ora, la fusione fredda, non so se qualcuno di voi ricorda, è una cosa di cui si parlò 11 anni fa, nel Marzo 1989 quando due chimici, Martin Fleischmann e Stanley Pons dissero che in una semplice cella elettrolitica si poteva ottenere la fusione nucleare. Sul momento tutti quanti dissero: Ah, è una cosa eccezionale!! Ma, dopo pochissimo i due chimici furono estromessi dal novero della gente seria... malgrado Fleischmann fosse stato addirittura presidente della Società Elettrochimica Internazionale e membro della prestigiosa Royal Society, insomma si trattava di gente più che seria... Ci sono diversi motivi per cui questo è successo e ne parleremo in una prossima occasione; ora intendo fare solo il quadro generale”.

Leggi di più:

http://itis.volta.alessandria.it/episteme/germ1.html


© 2005 - 2006 Grafica e layout sono di esclusiva proprietà di cieliparalleli.com