ICT LEX logo

La responsabilità dei Garanti dei dati personali per le “promesse di sanzione”. Di Andrea Monti

Non capisco questa moda di alcuni  garanti dei dati personali stranieri di “annunciare le sanzioni” invece di applicarle e poi diffondere la notizia.

Molte grandi aziende sono quotate in borsa o comunque possono subire conseguenze negative da un semplice annuncio come “stiamo pensando di sanzionare…”.

Cosa succede, poi, se la sanzione non arriva o – peggio – se la sanzione viene annullata a seguito di ricorso giurisdizionale? Ci sarà un comunicato analogo che dirà “scusate tanto, ci siamo sbagliati, il giudice ci ha dato torto?”

Ora, se ovviamente non si possono chiedere i danni per l’applicazione (in buona fede) di una sanzione poi annullata dal giudice, non è automaticamente così per comportamenti che esulano dalla stretta osservanza delle procedure sanzionatorie.

Occhio, quindi, ad anticipare pubblicamente provvedimenti non definitivi, specie senza indicare la data di irrevocabilità o il fatto che il titolare ha impugnato la sanzione.

Fonte https://www.ictlex.net/?p=2592

 

Aggiungi commento