maxwell_maltz.jpg

 

MAXWELL MALTZ (1899-1975)

'Creatore del termine Psico-Cibernetica e dell'omonimo libro. Il suo lavoro gli permise di notare l'enorme valore dell'Autoimmagine in relazione alla stima di se stessi. Il vero cambiamento non è estetico o esteriore ma necessariamente passa attraverso una rivalutazione interna che l'individuo può consapevolmente attuare'.

 

 

'Psicocibernetica' di Maxell Maltz, Casa Editrice Astrolabio (1965).

<<Negli anni sessanta Maxwell Maltz, noto chirurgo estetico americano, osservando le reazioni dei suoi pazienti dopo interventi di chirurgia plastica, si sorprese che alcuni di essi avevano strani comportamenti. In particolare notò che dopo le operazioni di chirurgia plastica facciale su soggetti “particolarmente brutti”, malgrado che le operazioni fossero riuscite con successo e oggettivamente avessero un viso piacevole o bello, molti di loro si sentivano ancora brutti! Scoprì che la bellezza è più profonda della pelle. Osservò che l’immagine dell’io è la chiave della personalità e del comportamento umano. Constatò che se si cambia l’immagine dell’io si modifica anche la personalità e il comportamento. Non è sufficiente modificare l’aspetto esteriore!

Maxwell Maltz comprese che l’immagine negativa era scolpita molto profondamente e che nessun bisturi l’avrebbe mai estirpata. Il «ritratto» che un individuo si è fatto di se stesso costituisce la chiave della personalità e del comportamento umano.

In seguito alle ricerche creò un metodo, basandosi sull’applicazione dei principi della cibernetica al cervello umano,  e offrì strumenti di cambiamento basati sulla programmazione mentale>>.

 

Clip - The Strange World of Maxwell Maltz

http://documentary.operationreality.org/2011/08/26/the-strange-world-of-maxwell-maltz/

 

 

Aggiungi commento