hippie_girl.jpgLa nascita di una 'Generazione Hippie' fu ideata e condotta da membri dell'intelligence militare operativi presso la Marina USA con sede basata su una collina di Los Angeles chiamata Laurel Canyon. Una storia gira già pubblicata in inglese a puntate tra lettori ex "figli dei fiori" sopravvissuti in America e in Europa. Si tratterebbero di dati su divinità della musica-spettacolo fuoriuscite nel 1965 da quel quartiere. Gli ingegneri della psiche sociale sarebbero i guru d'"Holy Wood".

Tratto in: Inside The LC: The Strange but Mostly True Story of Laurel Canyon and the Birth of the Hippie Generation. Part I

by Dave McGowan — 27 November 2008.

 

Fonte: http://informationfarm.blogspot.com/2010/02/inside-lc-strange-but-mostly-true-story.html

 

Traduzione in italiano alla cura di Lorella Binaghi.

Dentro LC: la strana ma vera storia di Laurel Canyon e la nascita della generazione Hippie

di David Mcgowan. 

 
"Non è ancora stato ben chiarito quel che accadde qui" (NdE, in Laurel Canyon, LA - CA.).

<<Unitevi a me ora, se avete il tempo facendo una passeggiata a ritroso nella memoria per un periodo di quasi quattro decenni e mezzo fa - un tempo in cui la scorsa America aveva truppe di terra in uniforme combattente una sanguinosa battaglia sostenuta per imposizione, uhm, democratica in una nazione sovrana.

L'ammiraglio George Stephen Morrison -

"La prima settimana d'agosto 1964, navi da guerra degli Stati Uniti sotto il comando della US Navy e l'ammiraglio George Stephen Morrison hanno presumibilmente attaccato mentre pattugliavano nel Golfo del Tonchino in Vietnam. Questo evento, poi soprannominato incidente al Golfo del Tonchino" comporterà il passaggio immediato da parte del Congresso degli Stati Uniti e ovviamente una pre-elaborazione a risoluzione nel Golfo del Tonchino, che, a sua volta, rapidamente condurrà alla profonda immersione americana nel sanguinoso pantano in Vietnam. Prima che fosse finita, ben oltre 50 mila enti americani - insieme a milioni e milioni di corpi sud-est asiatici i rifiuti in campi di battaglia del Vietnam, Laos e Cambogia.

admiral_morrison_dad_2.jpgPer la cronaca, l'Incidente del Golfo del Tonchino sembrava differire un po' da altre presunte provocazioni che hanno portato questo paese alla guerra. Questo non era, come abbiamo visto tante volte in precedenza, un'operazione 'false flag' (cioè, un'operazione che coinvolse lo zio Sam se puntato da un dito accusatore come antagonista). Non era, come abbiamo visto anche in più di un'occasione, un attacco deliberatamente provocato. No, ciò che l'incidente del Golfo del Tonchino in realtà era, come si scoprì, un attacco che non ebbe mai luogo del tutto. L'intero incidente, come è stato ufficialmente riconosciuto, fu girato di sana pianta. (E 'possibile, tuttavia, che l'intento fosse quello di provocare una reazione difensiva, che sarebbe stata poi definita come un attacco non provocato sulle navi degli Stati Uniti. Le navi in questione erano in una missione di intelligence e operavano in modo decisamente provocatorio. E' molto probabile che quando le forze vietnamite non risposero come anticipato, lo Zio Sam decise di far finta che lo avessero fatto).

Tuttavia, all'inizio di febbraio 1965, gli Stati Uniti - senza una dichiarazione di guerra e senza alcuna valida ragione sull'intraprendenza - iniziarono un indiscriminato bombardamento del Nord Vietnam. Nel marzo dello stesso anno, la famigerata "Operazione di Rolling Thunder", avrà inizio. Nel corso dei susseguenti tre anni e mezzo, milioni di tonnellate di bombe, missili, razzi, ordigni incendiari ed agenti chimici di guerra saranno oggetto di assalto sul popolo del Vietnam in quello che può essere descritto soltanto come uno dei peggiori crimini contro l'umanità mai perpetrati su questo pianeta.

Sempre a marzo del 1965, il primo soldato in uniforme degli Stati Uniti sarà ufficialmente quello che mise piede sul suolo del Vietnam (unità di forze speciali anche se mascherate da 'consiglieri' e 'formatori' erano lì da almeno quattro anni, e probabilmente molto prima). Entro aprile 1965, l'internamento di 25.000 ragazzi in uniforme americana, la maggior parte ancora adolescentea a mala pena conseguentei la scuola superiore, saranno distribuiti attraverso le risaie del Vietnam. Entro la fine dell'anno, la forza delle truppe statunitensi crebbe a 200.000.

Lookout_Mountain_Ave_and_Laurel_ Canyon_lc_map.jpg
Lookout Mountain Ave e Laurel Canyon Blvd, google maps

Nel frattempo, in altre parti del mondo, in quei primi mesi del 1965, una nuova 'scena' stava iniziando a prendere forma nella città di Los Angeles. In una comunità geograficamente e socialmente isolata conosciuta come Laurel Canyon - una vaga e inquietante boscosa, rustica e serena fetta di LA immersa nelle colline che separano il bacino di Los Angeles da San Fernando Valley - musicisti, cantanti e cantautori improvvisamente iniziarono a raccogliersi come se chiamati da qualche invisibile pifferaio magico. In pochi mesi, il movimento 'hippie / figli dei fiori' sarà partorito lì, insieme con il nuovo stile di musica che forniranno la colonna sonora per la seconda metà tumultuosa del 1960.

laurel_canyon.jpg

Laurel Canyon


Un numero inquietante di superstar della musica rock emergerà da Laurel Canyon a partire dalla metà del 1960 e realizzando il decennio degli anni 1970. I Byrds furono primi ad apparire con un album, la cui più grande stella si rivelerà David Crosby. Sforzo al debutto della band, "Mr. Tambourine Man", uscirà il solstizio d'estate del 1965. Sarà presto seguito da emissioni della Phillips guidata Mamas and the Papas John (If You Can Believe Your Eyes and Ears, in gennaio 1966).


    Love with Arthur Lee (Love, maggio 1966).
    Frank Zappa e The Mothers of Invention (Freak Out, giugno 1966).
    Buffalo Springfield, con Stephen Stills e Neil Young (Buffalo Springfield, ottobre 1966).
    The Doors (The Doors gennaio 1967).

 

Jim_Morrison__ 3.jpghttp://www.zam.it/3.php?id_autore=5319

Jim Morrison

Uno dei primi sulla scena di Laurel Canyon / Sunset Strip è Jim Morrison, il cantante enigmatico dei Doors. Jim diventerà presto una delle icone più controverse e figure acclamate e influenti per prendere la residenza a Laurel Canyon. Curiosamente, però, l'auto-proclamato "Re Lucertola", ha un'altra richiesta di pura fama, anche se quello che nessuno dei suoi numerosi cronisti si sente dire è di molta rilevanza alla sua carriera e possibile morte prematura: è il figlio, come risulta del citato ammiraglio George Stephen Morrison.

Ed è così che, anche mentre il padre è attivamente cospirato fabbricatore d'incidente che verrà utilizzato per accelerare in maniera massiccia una guerra illegale, il figlio è lo stesso posizionato a diventare un'icona della folla 'hippie' / contro la guerra. Nulla di strano in questo, suppongo sia un piccolo mondo e tutto il resto. E la storia di Jim Morrison non è unica in alcun modo.

Frank Zappa: guerrafondaio, un autoritario, e che altro?

frank_zappa.jpg

Durante i primi anni del suo massimo splendore, figura paterna a Laurel Canyon è la personalità piuttosto eccentrica e conosciuto come Frank Zappa. Sebbene lui e la sua Mothers of Invention variata sopra la linea non potrà mai raggiungere il successo commerciale come band guidata da quel figlio d'Ammiraglio, Frank sarà in ogni caso una figura molto influente tra i suoi contemporanei. Incorniciato da una dimora soprannominata la 'Log Cabin' - la quale inserita proprio nel cuore di Laurel Canyon, al crocevia di Laurel Canyon Boulevard e Lookout Mountain Avenue - Zappa ospiterà praticamente ogni musicista che passerà attraverso il canyon a metà e alla fine del 1960. Saprà anche scoprire e firmare numerosi atti alle sua varie case discografiche basate a Laurel Canyon. Molti di questi atti furono piuttosto bizzarri e i personaggi un po' oscuri (si pensi a Captain Beefheart e Larry "Wild Man" Fischer), e fra alcuni di essi il rocker psichedelico Alice Cooper, raggiungeranno le superstar.

In foto laterale, Frank Zappa.

Zappa, insieme ad alcuni membri del suo entourage considerevole (il 'Log Cabin' fu l'esecuzione di una comune precoce, con numerosi parassiti che occupavano diverse stanze della casa principale e la pensione, così come nelle grotte e cunicoli particolarmente allacciati ai motivi della casa, lontani dal nome implicito della fattoria pittoresca, tra l'altro, il 'Log Cabin' fu una cavernosa casa a cinque livelli che hanno caratterizzato 2.000 mq in soggiorni con tre lampadari enormi e un camino in pietra giganteggiante dal pavimento al soffitto), fu anche uno strumento per introdurre il look e l'atteggiamento per la definizione 'hippie' di controcultura (anche se l'equipaggio Zappa preferiva l'etichetta  'Freak' ). Tuttavia, mai Zappa (nato, curiosamente, il Solstizio d'Inverno del 1940) fece davvero un segreto il fatto che non aveva per nulla, disprezzato mai la cultura 'hippie' la stessa che aveva contribuito a creare e della quale si era circondato.

 

log_cabin.jpg

Log Cabin

Dato che Zappa fu, da numerosi racconti, uno a favore della guerra rigidamente autoritario al controllo dei Freak, forse non è sorprendente che vi sia una parentela con il movimento giovanile che egli ha contribuito a nutrire. Ed è probabilmente sicuro affermare che il padre di Frank ha avuto anche poco riguardo per la cultura giovanile degli anni 1960, dato che papà Zappa è stato, nel caso ve lo stiate chiedendo, uno specialista di guerra chimica assegnato a - dove altro? -  ad Edgewood Arsenal. Edgewood è, naturalmente, la casa da molto tempo del programma di guerra chimica americana, così come un impianto frequentemente citato profondamente invischiato in operazioni MK-ULTRA. Curiosamente, Frank Zappa è letteralmente cresciuto a Edgewood Arsenal, avendo vissuto i primi sette anni della sua vita in alloggi militari per motivi strutturali. La famiglia si trasferì a Lancaster, California, vicino a Edwards Air Force Base, dove Frank Zappa ha continuato ad occuparsi facendo il suo complesso lavoro classificato come d'intelligence militare. Suo figlio, nel frattempo, si era preparato a diventare per la folla un'icona di pace & amore.

Ancora fino a qui, nulla di strano in questo, si suppone.

Il direttore di Zappa, tra l'altro, è un personaggio oscuro di nome Herb Cohen, che venne a Los Angeles dal Bronx con suo fratello Mutt poco prima che la musica e la scena dei club iniziassero a surriscaldarsi. Cohen, un ex Marine degli Stati Uniti aveva trascorso alcuni anni in giro per il mondo prima del suo arrivo sulla scena a Laurel Canyon. Questi viaggi, curiosamente, lo avevano portato in Congo nel 1961, al tempo stesso in cui il primo ministro della Sinistra, Patrice Lumumba fu torturato e ucciso dalla nostra stessa CIA. Non c'è da preoccuparsi, anche se, secondo uno dei biografi di Zappa, Cohen non andò in Congo su una specie di missione nefasta d'intelligence. No, lui era lì, che ci crediate o no, a fornire armi a Lumumba "a dispetto della CIA." Perché, se sapeste, che è il genere di cose che i gira-mondo ex-Marines fecero in quei giorni (come vedremo abbastanza presto quando daremo uno sguardo ad un altro luminare di Laurel Canyon).

gail_zappa.jpg

 

L'altra metà della prima famiglia di Laurel Canyon è la moglie di Frank, Gail Zappa, nota in precedenza come Adelaide Sloatman. Gail proviene da una lunga serie di ufficiali di carriera della Marina, suo padre compreso, che ha speso la sua vita lavorando a classificate ricerche in armi nucleari per la US Navy. Gail aveva lavorato come segretaria per l'Office of Naval Research e lo sviluppo (anche lei una volta disse a un intervistatore che aveva "sentito delle voci sulla [sua] vita"). Molti anni prima del loro arrivo quasi simultaneo a Laurel Canyon, Gail aveva frequentato una scuola materna della Marina con lo stesso "Mr. Mojo Risin", Jim Morrison (si sostiene di quei bambini, Gail una volta ha colpito Jim sopra la testa con un martello). Lo stesso Jim Morrison aveva poi frequentato la stessa Alexandria, l'alta scuola in Virginia, come gli altri due futuri luminari di Laurel Canyon - John Phillips e Cass Elliott.

 

"Papa" John Phillips, molto più probabilmente uno degli altri residenti illustri di Laurel Canyon, svolgerà un ruolo importante in diffusione di 'controcultura' dei giovani emergenti di tutta l'America. Il suo contributo sarà duplice: in primo luogo, egli fu co-organizzatore (insieme a Manson associato a Terry Melcher) del famoso Monterrey Pop Festival, che, attraverso l'esposizione mediatica senza precedenti darà il suo primo aspetto veramente tradizionale in America delle musiche e le mode del nascente movimento 'hippie'. In secondo luogo, Phillips la firma di una canzone insipida nota come "San Francisco (Be Sure to Wear Flowers in Your Hair)", che salirà subito in seguito in cima alle classifiche. Insieme al Pop Festival di Monterrey, la canzone diventerà determinante per attirare i diseredati (una preponderanza dei quali erano fuggitivi minorenni) a San Francisco per creare il fenomeno Haight-Asbury nel 1967 con la famosa "Summer of Love".

 

cass_elliot_backyard.jpg

Joni Mitchell suona una canzone nel cortile di Cass Elliot a Laurel Canyon, mentre David Crosby ascolterà Eric Clapton nel 1968.

Prima d'arrivare a Laurel Canyon e aprendo le porte della sua casa per essere al più presto famoso, il già noto, e famigerato (così come il citato Charlie Manson, la cui 'Famiglia' allo stesso modo era passata tempo prima al Log Cabin e a Laurel Canyon dalla casa di "Mama" Cass Elliot, che, nel caso non lo si sapesse abitava proprio di fronte alla casa di Abigail Folger e Vojtec Frykowski a Laurel Canyon,  ma cerchiamo di non procedere troppo), John Edmund Andrew Phillips è stato, piuttosto incredibilmente, ancora un altro figlio della complessa intelligence militare. Il figlio del Corpo della  Marina USA capitano Claude Andrew Phillips e una madre che sosteneva d'avere poteri psichici e telecinetici, John partecipò ad una serie di scuole d'élite per la preparazione militare nella zona di Washington DC, conclusasi con un appuntamento per il prestigioso US Naval Academy di Annapolis.

john_phillips.jpg

Dopo aver lasciato Annapolis, John sposò Susie Adams, una discendente diretta del 'padre fondatore' John Adams. Il padre di Susie, James Adams Jr., era stato coinvolto in quello che Susie descrisse come "una roba a cappa e spada con l'Aeronautica Militare di Vienna", o ciò che ci piace chiamare operazioni di intelligence segrete. Susie si sarebbe poi trovata un lavoro al Pentagono a fianco della sorella maggiore di John Phillip, Rosie, che doverosamente fu segnalata come lavoratrice presso il complesso per quasi trent'anni. La madre di John, 'Dene' Phillips ha anche lavorato per la maggior parte della sua vita presso il governo federale in qualche modo non specificato. E il fratello maggiore di John, Tommy, è stato in battaglia segnato ex Marine degli Stati Uniti che ha trovato lavoro come poliziotto presso la forza di polizia d'Alessandria, anche se uno con un record come indisciplinato per predisposizione a vena violenta nei confronti delle persone di colore.

John Phillips, naturalmente - anche se circondato tutta la sua vita da personale dell'intelligence militare che in genere non si occupa di queste cose. O almeno così si crede. Prima di riuscire nella sua carriera musicale, però, John sembrò ritrovare se stesso, quasi innocentemente, naturalmente, in alcuni luoghi piuttosto insoliti. Uno di questi luoghi era L'Avana, Cuba, dove Phillips arrivò al culmine della Rivoluzione cubana. Per la cronaca, Phillips ha affermato d'essere andato all'Avana come nulla più che un privato cittadino interessato, con l'intenzione di - andare ad amare quel paese - ". Lottando per Castro". Perché, come ho detto prima, un sacco di gente in quei giorni viaggiavano all'estero per ostacolare le operazioni della CIA prima di prendere la residenza a Laurel Canyon e unendo la generazione 'hippie'. Durante le due settimane o giù di lì che la crisi missilistica cubana si verificò e pochi anni in seguito che Castro prese il potere, Phillips si ritrovò con 'le calcagna raffreddate' a Jacksonville, Florida - a fianco, guarda caso della Stazione Navale Mayport.

stephen_stills.jpg

Ad ogni modo, passiamo ad un'altra delle stelle più antiche e più brillanti di Laurel Canyon, il signor Stephen Stills. Stills avrà l'onore d'essere uno dei membri fondatori di due delle band più acclamate e desiderate di Laurel Canyon: Buffalo Springfield, e, inutile dirlo, Crosby, Stills & Nash. Inoltre, Stills firma forse il primo, e certamente uno degli inni più duraturi della generazione anni '60, "Per quello che vale", le prime righe delle quali appaiono in cima a questo post  di Stills (follow-up) un singolo dal titolo "Bluebird", che, casualmente o no, sembra essere il nome in codice originale assegnato al programma MK-ULTRA).

Prima del suo arrivo a Laurel Canyon, Stephen Stills era (* sbadiglio *) il prodotto di un'altra famiglia in carriera militare. Cresciuto in parte in Texas, il giovane Stephen spese vaste aree della sua infanzia in El Salvador, Costa Rica, Panama Canal Zone, e varie altre parti del Centro America - a fianco del padre, che era, possiamo essere abbastanza certi, contribuente nel diffondere ' democrazia ' per le masse non lavate in quel modo affettuosamente americano. Come per il resto del nostro cast di personaggi, Stills fu educato in primo luogo nelle scuole su basi militari e accademie militari d'elite. Tra i suoi contemporanei di Laurel Canyon, fu largamente considerato una personalità abrasiva e autoritaria. Niente d'insolito in tutto questo, naturalmente, come abbiamo già visto con il resto del nostro cast di personaggi.

Vi è, tuttavia, un aspetto ancora più curioso nella storia di Stephen Stills: Stephen non dirà poi a nessuno che sedeva e ascoltando e servendo da tempo lo Zio Sam nelle giungle del Vietnam. Questi racconti saranno universalmente respinti dai cronisti dell'epoca come nient'altro che illusioni indotte da farmaci. Una cosa del genere non poteva essere vera, sarà risposto, dal momento che Stills arrivò sulla scena di Laurel Canyon nel momento stesso in cui le prime truppe in uniforme iniziarono ad essere spedite e in seguito commentate dal pubblico. Ed è ovviamente ben vero che Stephen Stills non avrebbe potuto servire con le truppe di terra in uniforme in Vietnam, ma ciò che viene ignorato è il fatto innegabile che gli Stati Uniti avevano migliaia di 'consulenti' - vale a dire, le Forze operative speciali della CIA - che operavano in quel paese da molti anni prima dell'arrivo ufficiale delle truppe di terra. Ignorato è che, dato il suo background, la sua età, e la linea temporale degli eventi, Stephen Stills non solo potrebbe aver visto l'azione in Vietnam ma, egli sembrerebbe essere stato un ottimo candidato per  tale incarico. Dopo di che, naturalmente, sarebbe potuto diventare e piuttosto rapidamente - stoppatemi se avete già sentito questo precedentemente - un'icona della generazione pacifista.

david_crosby.jpg

Un'altra di quelle icone, uno degli abitanti più sgargianti di Laurel Canyon è un giovane di nome David Crosby, membro fondatore del seminale gruppo a Laurel Canyon dei Byrds, così come, naturalmente, Crosby, Stills & Nash. Crosby è, non sorprendentemente, il figlio di un laureato di Annapolis e durante la  seconda guerra mondiale ufficiale dei servizi segreti militari, il maggiore Delafield Floyd Crosby. Come altri in questa storia, Floyd Crosby spese molto del suo servizio di tempo libero in giro per il mondo. Quei viaggiatori sbarcavano in luoghi come Haiti, dove vi fecero di fatto visita nel 1927, quando il paese solo per caso, per coincidenza, naturalmente, era sotto l'occupazione militare da parte dei marines americani. Uno dei Marines di fatto occupato era un ragazzo che abbiamo incontrato in precedenza con il nome di capitano Claude Andrew Phillips.

Ma David Crosby è molto di più che il figlio del maggiore Delafield Floyd Crosby. David Van Cortland Crosby, come si scopre, è un rampollo strettamente intrecciato alle famiglie Van Cortland, Van Schuyler e Van Rensselaer. E mentre si sta probabilmente pensando: "Famiglie Van Chi?", Vi posso assicurare che se si collegano quei nomi su Wikipedia, si può trascorrere una bella quantità giusta di tempo leggendo sul potere esercitato da quest'ultimo clan, oh, da un quarto di secolo o giù di lì. Basti dire che l'albero genealogico di Crosby comprende una gamma davvero vertiginosa di senatori e membri del Congresso degli Stati Uniti, Assembramento di senatori di stato, governatori, sindaci, giudici, giudici della Corte Suprema, i generali della guerra rivoluzionaria e civile, firmatari della Dichiarazione d'Indipendenza e membri del Congresso continentale. Essi comprendono anche, e mi affretto ad aggiungerlo - per quelli di voi che gusteranno queste cose - più di qualche alto rango massonico. Stephen Van Rensselaer III, ad esempio, è riportato sia stato Gran Maestro della Massoneria per New York. E se tutto questo non è abbastanza impressionante, secondo la New England Genealogical Society, David Van Cortland Crosby è anche un discendente diretto di 'padri fondatori' e autori del Federalist Papers d'Alexander Hamilton e John Jay.

Se c'è, come molti credono, una rete di famiglie d'elite che ha plasmato gli eventi nazionali e mondiali per un tempo molto lungo, allora si può affermare per prove sicure che David Crosby è un membro di quel clan per linea di sangue (il che può spiegare, pensandoci bene, perché il suo seme sembra sia stato talmente richiesto in certi ambienti -. perché, se vogliamo essere onesti, certamente non fu per il suo aspetto o il talento). Se l'America avesse sovranità, allora David Crosby sarebbe probabilmente un duca o un principe, o qualcosa di simile (non sono proprio sicuro di come funziona quella fogna). Ma a parte questo, non fu solo una normale corsa da ragazzi contro i mulini a vento quella appena successa brillando come una delle più luminose stelle a Laurel Canyon. E aggiungerei che egli aveva una vera passione per le pistole, in particolari pistole, delle quali mantenne una collezione considerevole per tutta la vita. Secondo quelli più vicini a lui, non era una rara occasione vedere il signor Crosby furente  (John Phillips portava pistole nella sua proprietà).

E secondo Crosby stesso, ha, almeno in un'occasione, scaricato un'arma da fuoco per la rabbia verso un altro essere umano. Tutto ciò ha reso, ovviamente, una scelta ovvia per i figli dei fiori stringersi attorno.

jackson_browne.jpg

Un'altra stella brillante sulla scena a Laurel Canyon, pochi anni dopo, sarà il cantautore Jackson Browne, che è - (ma siete annoiati come me?) - Il prodotto di una famiglia di militari di carriera. Padre Browne è stato assegnato al lavoro post-bellico di 'ricostruzione' in Germania, che molto probabilmente significa che egli era al servizio della OSS, precursore della CIA. Come i lettori della mia "Comprendere la F-Word" possono ricordare, il coinvolgimento degli Stati Uniti in ricostruzione post-bellica in Germania, in gran parte composta a mantenere il maggior numero d'infrastrutture naziste possibili come schermature in crimini di guerra, dalla cattura e la repressione. In quel tale contesto, Jackson Browne nacque in un ospedale militare a Heidelberg, in Germania. Circa due decenni dopo, emerse come ... oh, non importa.

Parliamo invece d'altri tre vocalisti di Laurel Canyon che saliranno ad altezze vertiginose in fama e per fortuna: Gerry Beckley, Dan Peek e Dewey Bunnell. Individualmente, questi tre nomi sono probabilmente sconosciuti a quasi tutti i lettori, ma collettivamente, come l'American band, i tre segneranno grandi successi nei primi anni '70 con canzoni come "Ventura Highway", "A Horse With No Name", e il Mago di Oz a tema "L'uomo di latta". Credo che probabilmente non ci sia bisogno d'aggiungere che tutti e tre questi ragazzi sono stati i prodotti della comunità militare d' ntelligence. Beckley papà era il comandante della ormai defunta base di West Ruislip USAF nei pressi di Londra, in Inghilterra, una struttura profondamente implicata in operazioni d'intelligence. I padri di Bunnell e Peek erano entrambi ufficiali in carriera dell'aeronautica in servizio presso Beckley West Ruislip, luogo dove i tre ragazzi s'incontrarono la prima volta.

Potremmo anche, suppongo, discutere su Mike Nesmith dei Monkees e Cory Wells dei Three Dog Night (due in più di grande successo della Laurel Canyon band), che siano arrivati a Los Angeles non molto tempo dopo aver scontato periodi con l'US Air Force. Nesmith ha anche ereditato una fortuna familiare stimata in $ 25 milioni. Gram Parsons, che avrebbe in breve sostituito David Crosby in The Byrds, prima di fronte al Flying Burrito Brothers, era il figlio del maggiore Cecil "Cane Coon" Ingram Connor II, un ufficiale militare e decorato pilota di bombardieri che secondo come riferito ha volato più di 50 missioni di combattimento. Parsons è stato anche un erede, da parte di madre, per la fortuna formidabile della famiglia Snively. Detta essere la più ricca famiglia nell'enclave esclusiva di Winter Haven, Florida, La famiglia Snively era l'orgogliosa proprietaria di Groves Snively, Inc., che riferito di proprietà fino a 1 / 3 di tutti gli agrumeti, nello stato della Florida.

 E così via come uno scorrere la linea delle super star di Laurel Canyon. Ciò che vi si trova, molto spesso sono i figli e le figlie della intelligence militare complessamente i figli e le figlie in estrema ricchezza e privilegi - e spesso le  troverete arrotolate in un pacchetto conveniente. D tanto in tanto, potrete anche imbattervi in un attore ex bambino, come il suddetto Brandon Dewilde, o Monkee Mickey Dolenz, o l'eccentrico prodigio Van Dyke Parks. Si potrebbero anche incontrare alcuni ex pazienti mentali, come James Taylor, che ha trascorso del tempo in due diverse istituzioni mentali in Massachusetts prima di colpire la scena di Laurel Canyon, o Larry "Wild Man" Fischer, che è stato istituzionalizzato ripetutamente durante la sua adolescenza, una volta attaccando la madre con un coltello (un atto che è stato allegramente preso in giro da Zappa sulla copertina del primo album di Fischer). Infine, si potrebbero trovare la prole di una figura della criminalità organizzata, come Warren Zevon, il figlio di William Zevon "Monco", un tenente di Los Angeles signore del crimine infame, Mickey Cohen.

 Tutte queste persone raccolte quasi contemporaneamente lungo le strette e tortuose strade di Laurel Canyon. Sono arrivate da tutto il paese - anche se l'area  Washington DC area era notevolmente sovra-rappresentata - come pure dal Canada e Inghilterra. Sono venute anche se, al momento, non c'era l'industria musicale a Los Angeles. Sono venute anche se, al momento, non c'era in nessuna scena la musica dal vivo di cui parlare. Sono venute anche se, a posteriori, non c'era motivo percepibile per loro di farlo.

Avrebbe, ovviamente, un senso in questi giorni per un aspirante musicista avventurarsi a Los Angeles. Ma in quegli anni, i centri dell'universo musicale erano Nashville, Memphis e New York. Non fu l'industria ad attirare la folla a Laurel Canyon ma, come si vedrà fu la folla di Laurel Canyon che trasformò Los Angeles in un epicentro dell'industria musicale. Che cosa noi attribuiamo nel futuro a quell'incontro senza precedenti allora di superstar musicali nelle colline sopra Los Angeles? Che cos'era che li ispirava e tutti in testa all'ovest? Forse Neil Young lo disse  meglio quando durante un'intervista affermò che lui non poteva davvero dire perché diresse Los Angeles intorno al 1966, egli ed altri "stavano solo procedendo come Lemmings".

 

Fate un giro a Laurel Canyon per clip.

Prima di firmare, ho bisogno di fare un paio di annunci rapidi per quelli di voi che penseranno: "Ho davvero bisogno di un po 'di Dave in  più nella mia vita. Leggere i post e i libri va bene,  ma vorrei poter avere 'qualcosa in più ". Se si rientra in quella categoria (che non può permettersi di consulenza professionale), allora ho una grande notizia da comunicare: da oggi 20 maggio l'uscita del DVD "National Treasure: Book of Secrets" che sarà disponibile presso ogni videoteca a te vicina. E meglio ancora, mi è stato assegnato un posto fisso mensile sulla Heller Meria (www.meria.net) un programma radiofonico, il primo dei quali in onda il 20 aprile (ho scelto la data, tra l'altro, anche se sembra perversamente appropriata). Rimanete sintonizzati al sito di Meria per i prossimi orari mostrati.

Questo cari lettori senza paura è quello che chiamano un "pacchetto" a Hollywood.

Continuare alla parte 2

Foto in intestazione presa su http://lovelymirai.blogspot.com/2011/01/hippie-love_07.html

 

Approfondimenti

La Battaglia per la Tua Mente. Tecniche Persuasive e Lavaggio Cerebrale Sono Usate Sul Pubblico. Di Richard Sutphen

http://www.cieliparalleli.com/Scienza-e-Tecnologia/la-battaglia-per-la-tua-mente-tecniche-persuasive-e-lavaggio-cerebrale-sono-usate-adesso-sul-pubblico-di-richard-sutphen.html

 

The Battle For Your Mind. Braiwashing Techniques Bein Used On The Public

By Richard Sutphen https://richardsutphen.com/free/

 

 

 

 

Aggiungi commento