portaerei CavourColpo di stato (1) e alto tradimento (2) in Italia, in pratica.

All'insaputa degli italiani, alcuni alti impiegati statali abusivi cospirano per frammentare il territorio nazionale.

Seguono le prove da un documento pubblicato ma privo di firma:

Ortona - Maltempo, cento (3) persone bloccate sulla portaerei Cavour

Autorità e giornalisti, in visita all'ammiraglia della Marina per tre giorni a largo dell'Abruzzo, costrette a tornare a terra in elicottero a causa del moto ondoso

12 novembre 2014 - Circa 100 persone, tra autorità e giornalisti, bloccate per alcune ore a bordo dalla portaerei Cavour, ormeggiata a circa un miglio dal porto di Ortona, a causa del mare forza 3 che ha mandato all'aria il rientro in porto previsto per le 15 di oggi.

Non sono pochi coloro che, colpiti dal mal di mare, hanno dovuto ricorrere alle cure dell'ospedale della portaerei. E ore di viaggi in elicottero per riportare tutti i presenti dalla portaerei all'aeroporto di Pescara con due mezzi da 4 e 5 posti, ogni 40 minuti.

A lasciare con i primi voli l'ammiraglia della Marina Militare - a largo di Ortona fino a venerdì per eventi educativi e istituzionali - le persone che hanno sofferto per il mal di mare e chi ha urgenze lavorative e familiari. Hanno lasciato la nave anche il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, e il capo di Stato Maggiore, l'ammiraglio Giuseppe De Giorgi. Massima l'ospitalità a bordo da parte della Marina Militare che ha messo a disposizione le sue strutture. Sulla Cavour ci sono, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, il sottosegretario alla presidenza di Regione, Camillo D'Alessandro, l'assessore Silvio Paolucci, i prefetti di Pescara e Chieti, sindaci e rettori universitari.

Oggi autorità e giornalisti erano sulla Cavour per il primo degli appuntamenti della tre giorni ortonese in occasione dell'accordo di collaborazione siglato tra la Regione Abruzzo e la Marina Militare che prevede almeno 16 punti interesse che saranno oggetto di comuni azioni, dallo sviluppo di progetti per la rigenerazione di ambiti urbani ed extraurbani al potenziamento delle infrastrutture e della tecnologia supporto della logistica in ambiti portuali. La nave, lunga 244 metri e larga 34, resterà a Ortona fino a dopodomani. Oltre alle visite istituzionali, sono previsti incontri e convegni, uno dei quali, previsto per venerdì, dedicato alla Macroregione Adriatica, con la partecipazione dei rappresentanti istituzionali delle diverse aree interessate.

La nave, lunga 244 metri e larga 34, resterà a Ortona fino a dopodomani. Oltre alle visite istituzionali, sono previsti incontri e convegni, uno dei quali, previsto per venerdì, dedicato alla Macroregione Adriatica, con la partecipazione dei rappresentanti istituzionali delle diverse aree interessate.

http://ilcentro.gelocal.it/chieti/cronaca/2014/11/12/news/maltempo-cento-persone-bloccate-sulla-portaerei-cavour-1.10296877

Note

1 - Sentenza n. 1/2014, Corte costituzionale italiana.

2“Mare Nostrum”.

"Immigrazione: il commissariamento (arrivato troppo tardi) del CARA di Mineo"

Dalle indagini emerge un “ramificato sistema corruttivo finalizzato a favorire un cartello d’imprese interessato alla gestione dei centri di accoglienza e ai consistenti finanziamenti pubblici connessi ai flussi migratori”.

Arresti, avvisi di garanzia e perquisizioni al Cara di Mineo

4 giugno 2015 http://www.lurlo.info/it/arresti-avvisi-di-garanzia-e-perquisizioni-al-cara-di-mineo/

(...).

5 marzo, 2015 - <<IIlegittimo l’appalto per il Cara di Mineo>> l’Anticorruzione invia tutte le carte ai pm- Il "Centro accoglienza richiedenti asilo più grande d’Europa" è il CARA a Mineo (CT).

http://www.lasicilia.it/articolo/illegittimo-l-appalto-il-cara-di-mineo-l-anticorruzione-invia-tutte-le-carte-ai-pm

3 - Alti traditori e traditrici.

Approfondimenti

- Non è "secessione" la cospirazione

All'insaputa degli italiani, alcuni alti impiegati statali abusivi cospirano per frammentare il territorio nazionale italiano e non soltanto.

Roberto Maroni, Roberto Cota, Luca Zaia, Debora Serracchiani, Augusto Rollandin, Luis Durnwalder, Alberto Pacher, Emma Bonino, Enzo Moavero Milanesi, Carlo Trigilia. A Grenoble per la "Macro regione Alpina". "18 ottobre 2013 - Nasce a Grenoble la macroregione Alpina, con 46 regioni e 7 stati".

22 agosto 2011 - Gian Mario Spacca Presidente della Regione Marche: <<Il nostro mare da linea di confine a spazio di pace: il senso dell'evento per la macroregione adriatico-ionica>>...

http://www.cieliparalleli.com/Politica/non-e-qsecessioneq-la-cospirazione.html

- Free State of Bavaria? CSU Politician Calls For Secession From Germany11 novembre.2015

Stato libero di Bavaria? Politici di CSU promuovono la secessione da Germania

http://sputniknews.com/europe/20151111/1029924021/free-state-bavaria-secession.html

(...).

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento