cq5dam.web.738.462

La Cina e l'Italia firmano il MoU BRI per far avanzare la connettività

Fonte: Xinhua | 2019-03-24 02: 01: 30 | Editore: Mu Xuequan
ROMA, 23 marzo (Xinhua) - La Cina e l'Italia hanno firmato qui sabato un memorandum d'intesa (MoU) per promuovere congiuntamente la costruzione di Belt and Road durante la visita di stato del presidente cinese Xi Jinping nel paese.
 
Le due parti accolgono con favore la firma del memorandum d'intesa intergovernativo per l'avanzamento congiunto della costruzione di Belt and Road, ha dichiarato un comunicato congiunto emesso dai due paesi.
 
Le due parti si rendono conto dell'enorme potenziale dell'iniziativa Belt and Road (BRI) nella promozione della connettività e sono pronte a rafforzare l'allineamento delle BRI e delle reti transeuropee di trasporto e ad approfondire la cooperazione nei porti, nella logistica, nel trasporto marittimo e in altre aree dice il comunicato.
 
Le due parti hanno espresso la volontà di unirsi agli sforzi della Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB) per promuovere la connettività in linea con la missione e le funzioni dell'AIIB.
 
Si possono prevedere altri collegamenti aerei in quanto le due parti hanno concordato di facilitare le compagnie aeree l'una dall'altra per fare affari e facilitare l'accesso al mercato per loro, secondo il comunicato.
 
Durante la sua visita di stato in Italia dal 21 al 24 marzo, Xi ha tenuto colloqui con il presidente italiano Sergio Mattarella e il primo ministro italiano Giuseppe Conte sui legami bilaterali, oltre a questioni regionali e internazionali di interesse comune.

 

Il comunicato ha detto che le due parti hanno concordato di portare avanti una partnership strategica globale tra Cina e Italia, nello spirito di rispetto reciproco e beneficio reciproco per i risultati vincenti.
 
Saranno intraprese azioni per attuare pienamente l'importante consenso raggiunto dai leader dei due paesi, ha aggiunto.
 
Le due parti hanno ribadito il loro impegno a promuovere il multilateralismo e mantenere il sistema internazionale con le Nazioni Unite al centro. Hanno convenuto di opporsi al protezionismo di qualsiasi forma, promuovere la liberalizzazione e la facilitazione degli scambi e degli investimenti, mantenere il ruolo centrale dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e promuovere congiuntamente le necessarie riforme all'OMC.
 
Le due parti hanno concordato di lavorare reciprocamente sulla cooperazione in settori come l'ambiente e l'energia sostenibile, l'agricoltura, l'urbanizzazione sostenibile, la salute, l'aviazione, la tecnologia spaziale, le infrastrutture e i trasporti, secondo il comunicato.
 
Le due parti hanno anche espresso la volontà di rafforzare la cooperazione culturale che include la tutela del patrimonio e la lotta contro il traffico di reliquie, cooperazione educativa che mette in evidenza studi linguistici, cooperazione giudiziaria che coinvolge la condivisione di esperienze di estradizione e anti-innesto e cooperazione tra forze dell'ordine.
 
Durante la visita di Xi, le due parti hanno firmato 19 documenti intergovernativi di cooperazione bilaterale, ha detto il comunicato.
 
 
China, Italy sign BRI MoU to advance connectivity
Source: Xinhua| 2019-03-24 02:01:30
-----------------------------------------
 
Approfondimenti

Clip - Cerimonia di firma di accordi tra Italia e Cina, Roma 

23/03/2019 - Villa Madama, Roma, Cerimonia di firma degli accordi e delle intese tra i competenti Ministri italiani e cinesi e tra le imprese dei due Paesi alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, del Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping.

Alle ore 21:50, sabato 23 marzo 2019, sui media cinesi non è ancora stato reso noto un testo originale del Memorundum of Understanding (MoU) della BRI (Belt and Road Initiative) tra Cina e Italia. 

In Italiano, però a poche ore dalla cerimonia a Villa Madama per la firma del Memorandum d'Intesa tra Italia e Cina, iniziano già a girare feuilleton senza firme in calce con riferimenti ad "Agenda 2030" (1) riferite a "Italia e Cina" per tutto il 21 ° secolo.

Agenda 2030 o Agenda 21 è di una società non governativa riservata.

Non essendo italiana (degli italiani/e) la così chiamata "agenda 2030" ma, di una società riservata non italiana. Il Governo italiano non può contemplarla in intese commerciali tra l'Italia e la Cina.

Ansa: titola già "La via della seta l'accordo firmato", il pomeriggio di sabato 23 marzo 2019, alle ore 16:55 inserendo al suo interno un testo in pdf di sette pagine fasulle poiché prive di fonti originarie, di seguito indicato

http://www.ansa.it/documents/1553354754056_Memorandum_Italia-Cina_IT.pdf

Lo stesso falso testuale in italiano gira oggi 24 marzo 2019 anche sul seguente quotidiano addirittura corretto in qualche punto a piacimento:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/15/via-della-seta-la-bozza-del-memorandum-collaborazione-con-banca-investimenti-asiatica-per-le-infrastrutture/5039587/

1

sabato 23 marzo 2019 alle ore 1655

<<La via della seta l'accordo firmato>>

http://www.ansa.it/documents/1553354754056_Memorandum_Italia-Cina_IT.pdf

   

 

Aggiungi commento