climategate2scrLa Corte Suprema dell'Arizona ordina la pubblicazione di e-mail relativa a "Climategate"

Titolo originale: Arizona Supreme Court Orders Release Of Climategate-Related Emails

Ricerca e traduzione in italiano alla cura di Lorella Binaghi.

7 dicembre 2017

di Paul Homewood

Washington, D.C. - Alla fine della scorsa settimana, il giudice della Corte Suprema dell'Arizona James Marner ha emesso la mozione dell'Energy & Environment Legal Institute (E & E Legal) richiedendo il rilascio di email relative a "Climategate" trattenute per anni dall'Università dell'Arizona (UofA).

La sentenza della Corte ha avuto luogo in seguito all'appello infruttuoso dell'Arizona Board of Regents (AzBOR) ad una sentenza analoga da parte della stessa Corte, in data 14 giugno 2016, che ha ordinato il rilascio delle e-mail in questione.

Nella sua sentenza, il giudice Marner ha dichiarato: "Il commento nella sentenza del 14 giugno 2016 riguardante la creazione di un privilegio accademico attraverso la legislazione sembra aver causato molta confusione a tal punto che la Corte d'Appello ha concluso che questa Corte è rimasta in qualche modo ignorante su un argomento sollevato nella risposta del convenuto AzBOR e nella risposta modificata, nelle memorie successive e in almeno due memorie. Con questa sentenza, la Corte spera di rassicurare la Corte d'Appello e le parti che sono state prese in considerazione su tutte le argomentazioni presentate a livello di processo e che è stata applicata tutta la legge pertinente".

La richiesta originale di documenti pubblici e la successiva causa di E & E Legal sono state rese necessarie dal rifiuto di UofA di pubblicare le tracce relative a ciò che Christopher Booker del London Telegraph ha definito "il peggior scandalo scientifico della nostra generazione". In particolare, i documenti sono e-mail relative al famigerato riscaldamento globale "Hockey Stick", e al gruppo che lo ha reso famoso, l'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC).

A seguito della richiesta di documenti pubblici di E & E Legal a UofA, l'Università ha riconosciuto la resistenza dei professori coinvolti, E & E Legal ha fatto notare al tribunale, che tutti loro furono autorizzati a decidere quali e-mail fossero rispondenti alla richiesta e quali avrebbero avuto il consenso per essere pubblicate dall'Università. Alla fine, UofA ha consegnato diverse centinaia di e-mail reattive (di dissenso).

Ad accompagnare questa consegna è stata una tabella istruttiva di 213 pagine di diverse centinaia di e-mail che gli accademici insistevano di non poter rilasciare, coinvolgendo sia la "Hockey Stick" che l'IPCC. Sfortunatamente gli indici sono stati anche deliberatamente scarsi in dettagli, sebbene essi stabilissero corrispondenze tra la Hockey Stick e gli autori dell'IPCC (identificando anche, ad esempio, le e-mail su un Professore e IPCC che coordinano il lavoro dell'autore principale Jonathan Overpeck all'Università per il gruppo di pressione ambientalista Union of Concerned Scientists interessati alle e-mail da e verso Phil Jones dell'University of East Anglia, sede di ClimateGate).

La lamentela iniziale di Legal E & E ha spiegato come queste e-mail, prodotte utilizzassero risorse del contribuente, coinvolgendo due accademici con: <<... una vicenda sull'utilizzo delle risorse (pubbliche) universitarie - incluso l'invio e la ricezione delle e-mail in questione in questo caso - per la partecipazione al lavoro in organizzazioni collegate tra le quali il Pannello intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC) delle Nazioni Unite, che è stato oggetto in molte delle più controverse e-mail prodotte, inviate, ricevute e / o detenute su risorse informatiche di "Climategate" finanziate con fondi pubblici">>. 

Attraverso le fuoriuscite di Climategate e il rilascio di varie leggi sulla libertà di informazione, il pubblico ha appreso delle pratiche preoccupanti su una rete di accademici finanziati pubblicamente che comprendono, tra le altre cose, l'uso discutibile delle statistiche, sforzi organizzati per sovvertire le leggi sulla trasparenza negli Stati Uniti e Regno Unito, campagne per mantenere il lavoro dissenziente fuori dalla pubblicazione, reclutare giornalisti per colpire avversari e per rappresaglie contro scienziati ed editori coinvolti nella pubblicazione di lavori sul dissenso.

Seguendo da vicino un modello che Greenpeace ha potuto sperimentare in ricerca di e-mail e altri documenti della facoltà di scienze del clima dell'Università della Virginia, il legale E & E ha allo stesso modo richiesto e ottenuto informazioni detenute da agenzie e università finanziate pubblicamente in relazione all'importante questione in pubblica sicurezza sul presunto catastrofico" riscaldamento globale causato dall'uomo" e richieste politiche correlate.

Naturalmente le e-mail originali di Climategate riguardavano solo direttamente l'UEA. C'è indubbiamente molto altro in ballo e su altri siti.

---

Arizona Supreme Court Orders Release Of Climategate-Related Emails, 07/12/17

https://www.thegwpf.com/arizona-supreme-court-orders-release-of-climategate-related-emails/

Climate change: this is the worst scientific scandal of our generation

http://www.telegraph.co.uk/comment/columnists/christopherbooker/6679082/Climate-change-this-is-the-worst-scientific-scandal-of-our-generation.html

Arizona Superior Court Justice James Marner granted the Energy & Environment Legal Institute’s (E&E Legal’s) motion requesting release of ‘Climategate’

https://eelegal.org/wp-content/uploads/2017/12/AZ-Marner-ruling.pdf

Approfondimenti

L'Emerito Professor Hal Lewis si dimette dall'American Physical Society

9 ottobre, 2010, 04:54 - Quello che segue è una lettera all'American Physical Society rilasciata al pubblico dall’emerito professore di fisica Hal Lewis dell'Università della California a Santa Barbara.

http://www.cieliparalleli.com/scienza-e-tecnologia/lemerito-professor-hal-lewis-si-dimette-dallamerican-physical-society.html

Nessuna prova sulla causa umana al "riscaldamento globale", 5 dicembre 2015

http://www.cieliparalleli.com/Appunti-di-Cronaca/nessuna-prova-sulla-causa-umana-al-qriscaldamento-globaleq.html

American Physical Society scettica al "Global warming"

http://www.cieliparalleli.com/Scienza-e-Tecnologia/american-physical-society-ammette-lo-scetticismo-al-qglobal-warmingq.html

American Physical Society Sees The Light: Will It Be The First Major Scientific Institution To Reject The Global Warming 'Consensus'? 20 marzo 2014

http://www.breitbart.com/london/2014/03/20/american-physical-society-sees-the-light-will-it-be-the-first-major-scientific-institution-to-reject-the-global-warming-consensus/

Global warming believers are like a hysterical ‘cult’: MIT scientist compares 'climate alarmists' to religious fanatics, 23:23 GMT, 22 January 2015

http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-2922553/Global-warming-believers-like-hysterical-cult-MIT-scientist-compares-climate-alarmists-religious-fanatics.html

"Surriscaldamento globale" una frode testuale , 22 giugno 2017

http://www.cieliparalleli.com/Appunti-di-Cronaca/la-santeria-bancaria-francescana-spilla-i-denari-ai-popoli-nazionali-con-la-frode-sul-qsurriscaldamento-globaleq.html

(...).

Add comment


Security code
Refresh

CURRENT MOON

ida-magli-copia-1

Non è una nazione l'Europa

Non è vero alcun parlamento europeo perché inesistente una “unione europea”

http://www.cieliparalleli.com/Politica/non-sono-veri-i-qparlamentari-europeiq-di-ida-magli.html

Wolfgang Gerhard Günter Ebel

Reichskanzler

Wolfgang Gerhard Günter Ebel

( http://www.der-reichskanzler.de/ ).

Deutschland Regierung

http://www.regierung.re/general/index.html

"GERMANY: 58 YEARS OF U.S. OCCUPATION". By Christopher Bollyn

http://www.cieliparalleli.com/documenti033/Germany_58_US_occupation_by_Christopher
_Bollyn_9_may_2003.pdf

Germania non ha ancora un Trattato di pace / In Deutschland gibt es keinen Friedensvertrag

http://www.cieliparalleli.com/Appunti-di-Cronaca/germania-non-ha-ancora-un-trattato-di-pacein-deutschland-gibt-es-keinen-friedensvertrag.html

logo