Cristina-Kirchner-007.jpgLe isole Malvinas sono dell'Argentina!

I capi di stato in Sud America non vogliono inimicarsi i tedeschi della Nuova Svevia già basati in Antartico dal 1939! Hanno ragione a non preferire l"Alleanza atlantica/UK/OTAN/Vaticano ! Le scuse della Gran Bretagna e di falsi portavoce di popoli delle argentine Islas Malvinas ("Falkland") non serviranno a contenere il "Segreto tenuto più nascosto" all'opinione pubblica complessiva. In foto laterale il presidente in Argentina, Cristina Kirchner ha ringraziato colleghi e capi di Stato del Sud americano per la loro 'solidarietà' in divieto di navigazione alle Islas Malvinas (Falkland). Fotografia: Pablo Porciúncula / AFP / Getty Images

 Scintille alle Malvinas per divieto argentino di navigazione al Regno Unito

 

Tratto in "Falklands boat ban sparks new row between UK and Argentina"

http://www.guardian.co.uk/uk/2011/dec/21/falklands-boat-ban-row-argentina?INTCMP=ILCNETTXT3487

Kirchner accusa la Gran Bretagna di prendere risorse in Argentina vietando poi l'uso di bandiere isolane e bloccando la navigazione commerciale.

Il presidente argentino ha accusato la Gran Bretagna di prendere le risorse del suo paese e d'ignorare le risoluzioni delle Nazioni Unite, come il Foreign Office e ha condannato la mossa con un blocco commerciale in Sud America dai suoi porti alle navi battenti bandiera delle Isole "Falkland".

Le tensioni a lungo contestate sul territorio scoppiate allo scoperto dopo la decisione da parte del Mercosur, che comprende Argentina, Uruguay, Paraguay e Brasile nel definire 'illegali' le navi con la bandiera delle "Falkland". Il Foreign Office ha affermato che la Gran Bretagna era "molto preoccupata" per quello che ha visto come "ultimo tentativo argentino d'isolare la gente delle Isole "Falkland" per il quale non esiste alcuna giustificazione e dando il loro sostentamento".

Ma il presidente argentino, Cristina Fernández de Kirchner, ha accolto il divieto, ringraziando i suoi alleati regionali per la loro solidarietà e criticando la Gran Bretagna. Pur astenendosi in dichiarazioni sulla sovranità argentina delle Malvinas, ha richiesto nuovi colloqui sullo stato delle isole.

"Il Regno Unito è membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell'Onu e ancora non si attiene neppure a una sola risoluzione", ha detto al vertice del Mercosur nella capitale uruguayana, Montevideo. "Non stiamo chiedendo loro di venire qua e riconoscere che le Malvine sono argentine, ma quello che stiamo dicendo è per conformarci con le Nazioni Unite, sederci e parlarne, parlare, parlare". Ha aggiunto: "Né essi possono incontrarci con la scusa della dittatura come fecero durante la guerra 30 anni fa, accusandoci d'aver parlato con i dittatori".

Nel suo discorso, la Kirchner citando il petrolio della Gran Bretagna e il gas vicino l'arcipelago come una ragione per cui i paesi sudamericani uniranno le forze sulla questione delle "Falkland". Una società britannica ha trovato il petrolio l'anno scorso, alzando le tensioni con l'Argentina quasi tre decenni dopo che i due paesi entrarono in guerra.

 A Buenos Aires, una sessione straordinaria del senato argentino mercoledì ha approvato due risoluzioni a sostegno del divieto.

Uno è stato proposto da Rubén Giustiniani, un senatore socialista, che all'inizio di quest'anno ha avvertito David Cameron che la '"sovranità" non era negoziabile".

 Il Foreign Office ha condannato la dichiarazione del Mercosur, secondo la quale è "promesso il blocco da parte di quattro membri permanenti... ad adottare tutte le misure possibili per imporre e impedire l'ingresso d'imbarcazioni battenti bandiera illegale delle isole Malvinas [Falkland]".

 "Non è immediatamente chiaro del caso quali conseguenze pratiche s'avranno a questa dichiarazione che rispecchia la lingua già in uso presso l'Unione delle Nazioni Sudamericane del 2010, " il Foreign Office ha affermato. "Stiamo discutendo urgentemente con i paesi della regione. Ma nessuno deve dubitare della nostra determinazione nel proteggere il diritto di determinare il proprio futuro politico agli abitanti delle isole Falkland'".

Al vertice del Mercosur, il presidente dell'Uruguay, José Mujica, ha descritto le isole "Falkland" come "una posizione coloniale britannica" in Sud America. "Noi non impediamo nulla contro il Regno Unito", ha detto, "ma abbiamo un sacco a favore dell'Argentina."

Mujica ha detto che il suo paese non avrebbe mai imposto un blocco marittimo delle "Falkland". Ma Roger Spink, presidente della Camera di Commercio alle Falklands, ha detto che la comunità si sente già isolata. "Se fossimo in Palestina, l'Unione europea userebbe le armi", ha affermato alla BBC.

Mercoledì sera, Cheek Jan, dell'Assemblea Legislativa delle isole "Falkland", ha dichiarato: "Il popolo delle isole "Falkland" è profondamente rammaricato per la decisione del Mercosur al divieto delle nostre navi battenti bandiera come entranti illegittimamente in loro porti, anche se siamo in grado di simpatizzare con i nostri amici del Sud America alle tattiche di bullismo impiegate dall'Argentina. Siamo persone intraprendenti che non si piegheranno ai tentativi in Argentina di minare la nostra casa e stile di vita.

 "Accogliamo con favore i rapporti del presidente Mujica affermanti che l'Uruguay non parteciperà a un blocco economico delle isole "Falkland". Vorremmo ricordare ai Paesi del Sud America delle relazioni commerciali a lungo e reciprocamente vantaggiose condivise con i paesi della regione, e li incoraggiamo al nostro rispetto come partner regionali che hanno cercato d'essere validi e affidabili".

 Il professor Mark Jones, un esperto d'America Latina e politologo al Rice University di Houston, ha detto che la posizione sempre più marcata di Fernández sulle "Falkland" è  un evento collaterale in parte utile su questioni politiche interne, compresi i tagli delle sovvenzioni e l'inflazione.

 "Questo problema è stato storicamente utilizzato un bel po’ da presidenti argentini quando vogliono distrarre l'opinione pubblica", ha detto. "Il problema alle Malvinas è sempre buono per distrarre e anche per radunare persone di tutto il governo E 'sempre un vincitore politico per almeno un breve tempo che porterà il rapporto tra il Regno Unito e Argentina ad un altro basso livello -

.. Il cricchetto delle relazioni scenderà di un livello in più ", ha aggiunto.

Aggiornamenti

 

Malvinas - Argentina, no a minacce Gb

 

Buenos Aires denuncia aggressivita' e mire coloniali di Londra

 

06 gennaio 2013, 23:08

 

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/01/06/Falkland-Argentina-minacce-Gb_8035406.html

 

06 gennaio 2013 - Cameron: «Inghilterra pronta a combattere per difendere le isole Falkland»

 

http://www.corriere.it/esteri/13_gennaio_06/cameron-pronti-combattere-difendere-falkland-malvinas-inghilterra-argentina_7117f5a8-57fc-11e2-9a31-1eca72c52858.shtml

 

Approfondimenti

La guerra inglese alle Isole Malvinas argentine

http://www.cieliparalleli.com/Politica/la-guerra-inglese-alle-isole-malvinas-argentine.html

Malvinas: Brasil negó escala a buque británico

http://www.taringa.net/posts/noticias/8747455/Malvinas_-Brasil-nego-escala-a-buque-britanico.html

 

Clip - Guerra de Malvinas, Inedito disparo del ITB y Ataque al HMS GLAMORGAN

Clip - Grandes Batallas Malvinas04 Subtitulado

Clip - Curiosidades de la guerra de malvinas vol ll

PS: la clip sovrastante è stata disturbata da una base di sottofondo musicale che induce purtroppo al silenziamento della sua parte audio ma le immagini sono storicamente interessanti!

Approfondimenti

La guerra inglese alle Falkland http://www.cieliparalleli.com/Politica/la-guerra-inglese-alle-isole-falkland.html

Battle of San Carlos (1982) http://en.wikipedia.org/wiki/Battle_of_San_Carlos_%281982%29

La battaglia di San Carlos è stata una grande battaglia tra aerei e navi, che durò dal 21-25 maggio 1982 durante lo sbarco britannico in acqua sulle rive del San Carlos (che divenne noto come "Bomb Alley" [2] [3]) nel 1982 in guerra delle Falkland (in spagnolo: guerra de las Malvinas). A bassa quota da terra gli aerei a reazione argentini hanno fatto ripetuti attacchi alle navi della Task Force britannica.

Era la prima volta nella storia che una moderna flotta armata con missili di superficie e d'aria in copertura sostenuta da STOVL vettore alla base di difesa contro velivoli d'attacchi aerei in scala. Gli inglesi subirono perdite e gravi lesioni, ma furono in grado di creare e consolidare una testa di ponte e di truppe a terra. 

 

Aggiungi commento