the green man

Il Lord Mayor di Londra Peter Estlin guida una delegazione di aziende britanniche di fintech innovative per visitare la Cina dal 18 al 23 marzo.
 
 
Il Lord Mayor di Londra guida la delegazione su tecnofinanza in Cina
Di Sun Wei a Londra
Fonte: Global Times, 18 marzo 2019
 

Estlin accoglie la nuova legge sugli investimenti esteri 

Il Lord Mayor di Londra Peter Estlin guida una delegazione di 13 aziende britanniche di fintech innovative per visitare la Cina dal 18 al 23 marzo. 

Il Lord Mayor serve per un mandato di un anno ed è apolitico. Presiede gli organi direttivi della City of London - la Corte degli assessori e la Corte del Common Council - ed è a capo della City of London Corporation.
 
Nel suo ruolo di ambasciatore per i servizi finanziari e professionali del Regno Unito, il Lord Mayor si recherà a Shenzhen, Shanghai e Pechino. In ogni città si tiene un forum fintech con rappresentanti del governo e dell'industria, con l'obiettivo di potenziare i legami tra le città nel settore.
 
Nel frattempo, si terranno incontri con alti funzionari dei governi di Shenzhen e Shanghai, che hanno accordi di cooperazione di lunga data con la City of London Corporation, per discutere di come entrambe le parti possano rafforzare ulteriormente le relazioni reciproche in aree quali fintech, gestione patrimoniale e capitale dei mercati.
 
A Pechino, ci si aspetta un annuncio importante sulla finanza verde, dopo quasi due anni di cooperazione tra la Green Finance Initiative della City of London Corporation e il China Green Finance Committee.
 
Durante la visita, il Lord Mayor promuoverà anche innovazione e tecnologia, sostenendo le competenze digitali e affrontando l'inclusione digitale e sociale come parte del suo programma "Shaping Tomorrow's City Today".
Estlin ha dichiarato: "In settant'anni dalla fondazione della Repubblica popolare cinese, i legami tra i nostri paesi si sono rafforzati, con gli scambi bilaterali che oggi valgono quasi 70 miliardi di sterline [$ 93 miliardi] La Cina continua ad espandersi e ad aprire la sua economia, la città di Londra, e più in generale, il Regno Unito continuando a svolgere un ruolo importante nella storia di successo del Paese".
 
Lord Mayor ha accolto con favore la nuova legge sugli investimenti stranieri che è stata approvata all'ultimo giorno del Congresso nazionale del popolo, affermando: "Fa parte di ciò che vediamo come progressiva apertura della Cina". Si crede che quando la legge entrerà in vigore, aiuterà le imprese cinesi ad attrarre maggiori capitali internazionali e offrirà opportunità alle aziende cinesi di svilupparsi in altri mercati.
 
Parlando degli effetti negativi della Brexit, Estlin ha dichiarato al Global Times che mentre c'è chiaramente incertezza associata alla Brexit, il mondo non si ferma a causa di ciò.
 
"Abbiamo visto livelli record di investimenti diretti esteri e rischio al capitale in arrivo nel Regno Unito a causa della natura vibrante dell'economia innovativa che si sta sviluppando qui e la Cina è stata uno dei maggiori investitori nel Regno Unito", ha aggiunto Estlin.
 
Più di 30 società finanziarie cinesi hanno ora sede a Square Mile e la maggior parte delle principali istituzioni finanziarie del Regno Unito sono presenti in Cina. Londra rimane l'hub principale per il trading di RMB al di fuori dell'Asia, e la City Corporation lavora a fianco della People's Bank of China per produrre una revisione trimestrale sull'uso della valuta a Londra.
 
Fonte: Global Times Pubblicazione: 2019/3/18
 

 

 

 

Aggiungi commento